L’Accademia Lirica di Osimo è l’istituzione che da anni si occupa ormai della formazione di artisti di grande talento e quest’anno è frequentata da 25 talenti di varie nazionalità che sono diretti dal maestro Vincenzo De Vivo.

Domani, venerdì 27 aprile, i suoi allievi metteranno in scena il loro talento alle ore 20:30 presso il Palazzo Falconieri, dove ha invece sede l’Accademia d’Ungheria, in Via Giulia 1.

Si tratta di un concerto gratuito, che si replicherà domenica 29 aprile alle ore 18:00 ad Osimo, e vedrà messe in scena le opera più importanti del periodo romantico, quindi Schubert, Wolf, Bizet, Fauré, Schumann, Brahm, Wagner e Liszt cui brani hanno reso in musica i più celebri versi di Heine, Morike, Jugo e Goethe.

Gli interpreti per l’occasione saranno sette, tra i soprani ci saranno Saltanat Achmetova, Akiko Fujito e Yulia Poleshshuk, il mezzosoprano sarà Tatia Jibladze, il tenore Guido Cariola, il baritono Javid Samadov e il basso Baurzhan Anderzhanov.

L’idea di questo spettacolo musicale nasce da un seminario tenutao da Sylvia Sass, il grande soprano di fama internazionale che, nel 1977, in Italia, è stata ritenuta un’ottima interprete verdiana e pucciniana.