La foto di due scheletri ritrovati ad Hasanlu, sito archeologico in Iran, sta facendo il giro del mondo per una sua particolarità commovente. Scattata nel 1972, l’immagine rappresenta i resti di due amanti abbracciati che si baciano sul punto di morire e, perciò, ci piace pensare che il loro amore durerà in eterno.

Gli archeologi hanno ricostruito la loro storia: si tratterebbe di una coppia in fuga dal proprio villaggio perchè stava bruciando, entrambi morti per asfissia. Dalle prime ricerche sui resti si era ipotizzato che gli scheletri potessero risalire a seimila anni fa ma l’esame al carbonio presso l’Università della Pennsylvania ha smentito quella supposizione. I due amanti sono vissuti 2800 anni fa, quindi intorno all’800 a.C. Dalla foto dolcissima si nota subito un foro nel cranio dell’uomo dovuto, però, non a traumi o incidenti subiti dalla vittima ma solo dalle operazioni effettuate durante gli scavi. Stando ai fatti, quindi, i due sono stati denominati come gli amanti più vecchi del mondo: la loro immagine sta spopolando sul web e non poteva che diventare il simbolo dell’amore eterno, quell’amore che sfida anche la morte.

scheletri