Fossati se ne va, per lui la carriera musicale è finita e, forse e sembra, non vedeva l’ora.

Si è conclusa così, per suo volere, la carriera musicale di Ivano Fossati che dopo 43 anni ha deciso di ritirarsi.

Su ‘La Stampa’ si apre e racconta che non gli mancherà nulla perché è convinto che “solo una parte di queste cose finisce: la frequentazione e fare i miei dischi”.

Le motivazione di questo abbandono sono molte, ma la più importante riguarda la noia, la noia di ciò che gli stava intorno, di quella musica che non evolveva più, la noia di fare sempre “la solita roba”.

Esce di scena dunque dopo il suo ultimo e lungo tour grazie al quale ha potuto salutare tutti i suoi fan che sperano in un ripensamento.

Ma Fossati sembra convinto, anzi, addirittura non si dice neanche soddisfatto delle sue produzioni musicali delle quali dice che “le belle arrivano al 10%, il resto è come se fossero prove di belle canzoni”.

Non sappiamo che questo ritiro durerà a lungo, possiamo però dire che Fossati è da ammirare, non è da tutti capire quando è giunto il tempo di ritirarsi per lasciare spazio ad altri che, non ancora annoiati, hanno forse qualcosa da dire.