A partire da oggi, 8 giugno, Google Arts & Culture lancia il nuovo progetto We wear culture, un’iniziativa che ha lo scopo di raccontare e testimoniare tremila anni di storia della moda e del costume mondiali. L’importante iniziativa cultura di Google vede la partecipazione di ben 180 istituzioni e in Italia il coinvolgimento di enti quali il Museo Salvatore Ferragamo, la Fondazione Micol Fontana o ancora Palazzo Fortuny, Palazzo Mocenigo, Palazzo Madama, il Museo MAXXI, la Fondazione Gianfranco Ferrè e tantissimi altri ancora.

Google We wear culture in numeri

Prima di scoprire nel dettagli di cosa stiamo parlando, ecco qualche numero relativo al progetto We wear culture:

  • sono coinvolte 180 istituzioni culturali e di moda che rappresentano 42 Paesi
  • online sono presenti oltre 400 mostre digitali e oltre 30 mila documenti tra foto, video e altre tipologie di testimonianze
  • sono altresì presenti 4 esperienze di realtà virtuale che si occupano di pezzi iconici del mondo della moda (in Italia gli stilletto di marylin by salvatore ferragamo)
  • oltre 700 immagini ad altissima risoluzione
  • più di 40 sedi museali che offrono accesso al dietro le quinte servendosi di Google Street View

Google We wear culture nel dettaglio

Chi vuole immergersi in tremila anni di storia della moda e del costume non deve fare altro che collegarsi a We wear culture su Google Arts & Culture e qui iniziare a navigare tra 30 mila oggetti e capi d’abbigliamento, passando in rassegna i cappelli per colore o le scarpe in base al periodo storico, tanto per fare un esempio di ciò che è possibile fare.

Per quanto riguarda le oltre 450 mostre digitali,  queste spaziano dall’antica Via della Seta allo stile feroce del movimento punk britannico, dall’evoluzione del denim all’high street. Senza contare i tantissimi personaggi che hanno fatto la storia della moda e che vengono celebrati a più riprese. Tra questi Coco Chanel, Yves Saint Laurent, Cristobal Balenciaga oppure Vivienne Westwood.

Per quanto riguarda più propriamente l’Italia, uno dei Paesi che ha contribuito a rendere grande la moda nel mondo, We wear culture offre spazio, tra gli altri, alle creazioni che Salvatore Ferragamo ha pensato per le più famose icone hollywoodiane, all’approfondimento sulla storia delle sorelle Fontana, alla storia della nascita dell’iconico abito Delphos di Mariano Fortuny oppure ai viaggi di Gianfranco Ferré in Cina e in India.

Oltre che a questo indirizzo g.co/wewearculture, We wear culture è disponibile sulle app mobile iOS e Android cercando Google Arts & Culture.