Annamaria Cancellieri con un reddito imponibile di 319.170 euro è la più ricca tra i ministri, ma se si considerano anche i sottosegretari è al secondo posto dato che Patroni Griffi, sottosegretario alla presidenza del consiglio, è il primo in classifica dichiarando un reddito di 331.627 euro. La più “povera” invece, il ministro all’integrazione, Cecile Kyenge che dichiara 38.538 euro. Il premier Enrico Letta al decimo posto con un reddito di 123.893, poco sopra il vice premier Angelino Alfano che ha dichiarato 106.616 euro.

redditi dei ministri del 2012 sono visibili online direttamente sul portale di Palazzo Chigi.

Il ministro delle Riforme Costituzionali Gaetano Quagliariello 70.377, quello del Ministro agli Affari europei Enzo Moavero Milanesi a 186.735 euro. Graziano Delrio, il ministro degli Affari regionali e Autonomie a 98.849. Il ministro alla Coesione territoriale Carlo Trigilia ha dichiarato un reddito complessivo loro di 179.025 euro. Per il ministro della Pubblica amministrazione e semplificazione Giampiero D’Alia il reddito dichiarato ammonta a 101.302 euro. Per il ministro ai Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini il reddito complessivo lordo dichiarato è di 228.444 euro. Emma Bonino, ministro degli esteri, a dichiarare 177.077 euro, Maria Chiara Carrozza (99.129), Andrea Orlando 91,724 euro. (foto by InfoPhoto)

Curiosità: il ministro dell’interno Angelino Alfano ha un parco macchine dai bassi consumi, oltre a due utilitarie (una Matiz del ’99 e una Panda del 2012), con una Renault Twizy elettrica. E’ l’unico nell’esecutivo. Dario Franceschini invece possiede una moto Bmw del ’79, una casa a Roma di 194Mq con un mutuo fino al 2030. Il ministro Cecile Kyenge ha una Punto del 2007 a gas,  il sottosegretario Michaela Biancofiore (circa 100mila euro) una Smart. Il sottosegretario Gianfranco Micciché (circa 150euro) ha una 500 d’epoca del 1964. Il ministro delle Riforme, Gaetano Quagiarello ha un appartamento a Parigi mentre il ministro dell’ambiente Andrea Orlando è proprietario, assieme al padre, di terreni in Messico.

Fabrizio Saccomanni, il ministro dell’economia, con 195.255, però il 20 luglio si è tagliato il compenso fino a 130mila euro. Il ministro della Cultura Massimo Bray con 150.457 euro, quello dello Sviluppo Flavio Zanonato con 109.565 euro, che ha pubblicato i redditi di ben quindici parenti, la ministra dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo con 101.071 euro. Intorno ai 98mila euro anche il ministro Beatrice Lorenzin, Maria Chiara Carrozza ferma a 97mila. A quota 74.408 il ministro della Difesa Mario Mauro.