GOVERNO LETTA: PRESENTAZIONE LISTA MINISTRI

Governo Letta: largo ai 'giovani', l'età media scende di 11 anni

Enrico Letta lo aveva annunciato: “Ci sarà un ricambio generazionale“. Promessa mantenuta. L’abbassamento dell’età media è evidente. Una cura che ringiovanisce di undici anni i tratti del viso dei ministri e che ora – è l’auspicio – si traduca in una politica più snella ed efficiente.

L’età media scende a 53 anni rispetto ai 64 dell’esecutivo precedente di Mario Monti. Con il Professore, il ministro più anziano era Piero Giarda (classe 1936) mentre il più giovane era Filippo Patroni Griffi (1955). Ai vertici dei ministeri del governo Letta, invece, la più giovane ha 37 anni: è Nunzia De Girolamo del Pdl (classe 1975) e gestirà le Politiche Agricole, mentre il più ‘saggio’ è il ministro Economia e Finanze Saccomanni, il ‘supertecnico’ di Bankitalia (1942).

Il ministro che viene da più lontano è senza dubbio Cécile Kyenge del Pd – dicastero per l’Integrazione – nata il 28 agosto 1964 in Congo. Dalla Germania arriva il Ministro Josefa Idem per le pari opportunità, sport e giovani, anche lei classe 1964. Un anno più giovane è il Ministro per l’Istruzione, Università e Ricerca Maria Chiara Carrozza, classe 1965. Giovanissima anche il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin del Pdl, nata nel 1971.

Un premier (foto by InfoPhoto) classe 1966 che ha scelto numerosi tecnici (Trigilia, Saccomanni, Giovannini, Bray) e personalità non inquadrabili strettamente nella casella di un partito. Oltre a sette ministri pescati dal suo partito e cinque dal Pdl. Con un denominatore comune: la massiccia presenza femminile.

LINK UTILI

Abbiamo il governo: i ministri sono 21

Chi sono e cosa fanno i ministri

Sette ministri donna: conosciamole meglio

Cécile Kyenge, primo ministro di colore della storia italiana

Il profilo di Enrico Letta

Il giuramento di Napolitano: l’ardore giovanile di un 87enne

Lascia il tuo commento