La scuola media di Roma Guido Alessi avrebbe organizzato e in seguito revocato un gran ballo fascista. L’evento, in realtà faceva parte del progetto Ricostruire la storia, ma a causa delle polemiche scoppiate in seguito alla notizia della sua organizzazione, la preside ha dovuto annullarlo e adesso dovrà scrivere una relazione all’Ufficio scolastico regionale, cercando di spiegare cos’è accaduto.

Stando alla ricostruzione dei fatti, il gran ballo fascista si sarebbe dovuto tenere sabato primo aprile. A darne notizia una circolare, che avrebbe dettato anche quello che avrebbe dovuto essere il dress code dell’iniziativa, compreso di musiche e cibo per il buffet. Nella mattinata di oggi, però, il cambio di rotta e la retromarcia: attraverso un’altra circolare, la preside avrebbe comunicato la cancellazione dell’evento. La scuola avrebbe però spiegato che l’organizzazione del gran ballo fascista non era un modo per rivalutare un’epoca bensì quello di promuovere un’iniziativa culturale, una delle tante organizzate all’interno di un progetto – Ricostruire la storia – che era stato approvato anche dal Ministero dell’Istruzione.

L’Ufficio scolastico regionale per il Lazio ha confermato il finanziamento di tale progetto ma avrebbe negato che all’interno dello stesso vi fosse menzione alcuna dell’organizzazione di un gran ballo fascista. La notizia non è sfuggita neppure agli utenti social: su Twitter l’argomento ha scaldato un po’ gli animi di tutti, generando una discussione in grado di finire anche tra i trend del giorno.