Non ci sono buone notizie per la Gran Bretagna che, dopo la Brexit, rischia di finire in una situazione di stallo dal punto di vista politico. I conservatori della premier britannica Theresa May, infatti, pur attestandosi come primo partito del Paese, hanno perso la maggioranza assoluta. La May, nello specifico, ha ottenuto finora 309 seggi a fronte dei 326 (su 650) utili per ottenere la maggioranza a Westminster. L’unica soluzione, stando così le cose, sarebbe quella delle alleanze. O delle dimissioni della premier britannica.

Corbyn: “May si dimetta”

Per la premier, la Gran Bretagna “ha bisogno di un periodo di stabilità”. “Il Partito conservatore farà il suo dovere qualunque sia il risultato” ha aggiunto. Per Jeremy Corbyn, invece, la May dovrebbe dimettersi: “Ha perso sostegno, ha perso seggi e voti. Adesso credo che sia abbastanza perché se ne vada”. Infine ha ribadito che il popolo britannico “non ne può più austerity e tagli ai servizi pubblici”. Tutti hanno votato “per la speranza”.