Impossibile tornare indietro. Ormai è tutto pronto per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. E’ l’ora della Brexit. Il premier britannico, Theresa May, ha già firmato la lettera che è attesa stamattina a Bruxelles. Da quel momento comincerà ufficialmente il negoziato di divorzio tra l’Ue e la Gran Bretagna: “Uno dei momenti più importanti della recente storia del Regno Unito” è il commento della May. “Dobbiamo cogliere questa storica opportunità per emergere nel mondo e plasmare un sempre maggiore ruolo per una Gran Bretagna globale” ha aggiunto il premier britannico.

Brexit, sarà una trattativa difficilissima

Non sarà facile – soprattutto per i primi anni – per la Gran Bretagna, una volta uscita ufficialmente dall’Ue. Intanto il capo negoziatore della Brexit, Michel Barnier, ha fatto apere di essere pronto al negoziato e che il futuro dell’Unione Europea non sarebbe affatto incerto. Si tratta di una trattativa difficilissima - questo nessuno lo ha mai nascosto – anche se Sadiq Khan, il sindaco della Londra che ha votato sì, ha dichiarato che resteranno sempre “aperti all’Europa e all’Ue” mettendo in guardia coloro che avrebbero intenzione di “punire” il Regno Unito così da “colpire uno per educarne cento”.

Brexit, paura per i mercati finanziari

Il rischio, a seguito della Brexit, è soprattutto per il crollo dei mercati finanziari.