L’inquinamento ambientale sta diventando sempre più un problema da non sottovalutare.

Eccessivo sfruttamento dei mari, con la pesca selvaggia, l’impiego sempre maggiore di imbarcazioni e il conseguente rilascio di carburante, per non dimenticare i rifiuti abbandonati in mare.

Per risolvere la situazione non servono grosse rivoluzioni, basterebbe che ognuno facesse la sua, anche minima, parte.

Un esempio è Grandi Navi Veloci che ha comunicato dell’installazione, sulla nave Splendid, di luci a led, a basso consumo.

Il loro impiego ha richiesto un investimento di 200.000 euro e non si tratterà di un a sostituzione una tantum.

Grandi Navi Veloci ha infatti in progetto di utilizzare le luci a led per tutte le sue imbarcazioni entro il 2013.

Questa lodevole iniziativa nasce dalla collaborazione con la società bolognese SITE che, dal 1947, si occupa proprio di energia.

Non si tratta però solo di ambiente, ma anche di risparmio.

Le luci a led garantiscono un risparmio energetico pari al 50/80% rispetto alle normali lampadine a incandescenza.

Questo ovviamente comporta una riduzione delle emissioni di CO2.

In più le luci a led hanno bisogno di molta meno manutenzione e durano più a lungo, questo si traduce in un ulteriore risparmio economico.

I vantaggi arrivano anche dal punto di vista del carburante, infatti, non generando calore, richiedono meno aria condizionata, quindi meno consumo di carburante.