Per il momento si tratta solo di un’indiscrezione ma il settimanale tedesco Der Spiegel lancia la notizia: la Germania starebbe pensando seriamente all’uscita della Grecia dall’Euro. La testata cita fonti governative e assicura che la cancelliera Angela Merkel sarebbe ormai convinta della scelta, non temendo più il rischio di contagio ad altri Paesi dell’Unione Europea. Si ribalterebbe, dunque, la posizione che la Germania ha sempre sostenuto in merito ad un’ipotetica uscita della Grecia dall’Euro, ritenuta, fino a poco tempo fa, del tutto impossibile.

Sempre secondo il settimanale Der Spiegel, l’uscita della Grecia sarebbe possibile anche perché Irlanda e Portogallo non sarebbero più Paesi a rischio come in passato, perché attualmente è attivo e funzionante il fondo di salvataggio dell’Eurozona (l’European Stability Mechanism) e perché l’uscita della Grecia dall’Euro diventerebbe strettamente necessaria qualora le elezioni che si svolgeranno nel Paese il prossimo 25 gennaio dovessero portare al governo l’estrema sinistra di Tsipras. Quest’ultimo, infatti, pur non desiderando l’uscita dalla moneta unica, sarebbe intenzionato a rinegoziare parti fondamentali dell’accordo che Grecia e Unione Europea hanno stipulato per permettere al Paese di cancellare parte del suo debito pubblico.

Per il momento il governo tedesco e la Merkel non hanno né confermato né smentito le indiscrezioni riportate da Der Spiegel. Le elezioni greche del prossimo 25 gennaio potrebbero dunque rivelarsi fondamentali per capire come dovrà muoversi anche il resto d’Europa.

(photo credit by: Infophoto)