Sono almeno due le vittime e più di 100 i feriti a causa di una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 6.7 nell’isola greca di Kos, con epicentro tra la città turca di Bodrum e le vicine isole. Centinaia i residenti e i turisti che, impauriti, sono scesi in strada trascorrendo la notte fuori per timore che potessero verificarsi altre scosse. Molti edifici del centro storico risulterebbero essere danneggiati tra cui l’antica moschea e la fortezza del quattordicesimo secolo che si trova all’ingresso del porto.

Grecia, turisti dormono in strada

Molti i turisti inglesi, tedeschi, olandesi e russi che, per evitare di dormire in albergo, hanno trascorso la notte in strada con letti improvvisati allestiti con le sedie a sdraio degli hotel e degli stabilimenti balneari. Adesso la priorità è capire se ci sono persone intrappolate nelle case: due i morti accertati finora. Mobilitato l’esercito e i servizi di emergenza della Grecia che, tra l’altro, è in piena stagione turistica.

Grecia, mini tsunami a Bodrum

Sospesi i servizi di trasporto marittimo per la Grecia. Infine – ma la notizia non è ancora confermata – si sarebbe verificato un “mini tsunami” nella città turca di Bodrum. Non si sono registrati, in questo caso, né danni particolari a cose né feriti.