Prosegue la raccolta firme per la campagna di Greenpeace in favore dell’Artico, ‘Save the Arctic’ lanciata il 21 giugno in occasione del Rio +20, la Conferenza Onu sullo sviluppo sostenibile.

L’iniziativa di Greenpeace è rivolta proprio alla salvaguardia del Polo Nord con la creazione di un’area protetta nella quale gli orsi e gli altri animali possano vivere dignitosamente liberi dall’inquinamento.

Il riscaldamento globale, come spiega la stessa Greenpeace, in queste aree fredde è ancora più dannoso ed imponente e sta rendendo la vita impossibile ai suoi abitanti.

Il tetto che era stato fissato per la raccolta firma era di un milione, cifra raggiunta in poco tempo, ecco perché adesso Greenpeace punta ancora più in alto e invita, chi non lo avesse ancora fatto, a firmare la petizione.

Come fare?

Semplice.

Basta accedere alla sezione dedicata alla campagna ‘Save the Arctic’ nel sito internet di Greenpeace.

Qui potrete trovare tutte le informazioni necessarie sulle condizioni del Polo Nord e sulle iniziative portate avanti da Greenpeace, inoltre potrete anche firmare.

Se non vi importa dell’ambiente e della fauna che vive nell’artico, pensate almeno a voi stessi.

Il riscaldamento globale porterà a cambiamenti disastrosi anche per la vita dell’uomo.