Il leader del Movimento 5 Stelle è tornato a fare le sue personalissime “liste” dal proprio blog. Dopo aver segnalato i giornalisti “cattivi” è di ieri l’elenco dei deputati che, a suo dire, sarebbero illegittimi dopo la bocciatura della legge elettorale, in particolare quella analizzata da Grillo è la parte sul premio di maggioranza, da parte della Consulta.

“In Parlamento siedono 150 abusivi di Pd, Sel, Cd e Svp. Questi signori non devono più entrare alla Camera, non hanno alcuna legittimità. Devono essere fermati all’ingresso di Montecitorio. Senza di loro il governo di “capitan Findus” Letta e Napolitano non esiste più. Bisogna andare al voto al più presto”, così Grillo che ha postato la foto di alcuni deputati di Roberto Giachetti (Pd), Ermete Realacci (Pd), Bruno Tabacci (Cd), Ivan Scalfarotto (Pd), Sandro Gozi (Pd), Maria Elena Boschi (Pd), Celeste Costantino (Sel), Daniele Farina (Sel), Giuditta Pini (Pd), e fornito l’elenco completo, scaricabile, dal suo blog.

Le reazioni non si sono fatte attendere, “L’escalation di violenza verbale e politica a cui Grillo ci sottopone quotidianamente ci riporta ai tempi più bui della storia italiana . Ieri la lista di proscrizione dei giornalisti, oggi quella dei parlamentari indesiderati. E domani? Manganello e olio di ricino per i cittadini che si rifiutano di seguire il suo movimento?”, è la risposta al leader M5S di Roberto Speranza, presidente dei deputati Pd che aggiunge, “è più che mai necessario una risposta forte, un vero e proprio sussulto di responsabilità da parte di tutti i democratici per porre un argine a questo nuovo squadrismo targato cinque stelle”. 

Uno dei deputati presi di mira da Grillo, la giovane deputata del Pd Giuditta Pini, sul suo profilo Facebook ha così risposto al leader del Movimento 5 Stelle: “Se andate sul blog di grillo sulla home page c’è la mia foto insieme a giachetti tabacci scalfarotto e altri big. La domanda è perché abbia vinto il posto tra i big…sotto c’è scritto che ci devono fermare mentre andiamo in parlamento. Io lunedì andrò a piedi a montecitorio come faccio tutti i giorni, se volete accompagnarmi ci vediamo là”.