Beppe Grillo (foto by InfoPhoto) contro tutti. Inarrestabile. Ancora una volta, infatti, dal suo famigerato blog partono critiche, dalla scarsa ironia, che colpiscono, questa volta, Papa Francesco e il Ministro dello Sport e delle Pari Opportunità Josefa Idem.

Il primo sarebbe, secondo il leader del M5S “qualunquista e un po’ populista, dice di pensare agli ultimi e non alle banche, che siano di destra o di sinistra”. Parafrasa così la canzone di Giorgio Gaber “Destra-Sinistra”, utilizzata per tutto il post con il fine di colpire e ridicolarizzare le dinamiche politiche nelle quali si trova al momento il nostro paese.

Il MoVimento 5 Stelle non è di sinistra (e neppure di destra). E’ un movimento di italiani. Non vuole fare “percorsi insieme” a chi ha rovinato l’Italia. Pesi a bordo non ne vogliamo. Pd, Sel o Pdl, questi o quelli, per me pari sono“. E poi continua: ”Essere un po’ razzisti è di destra, far entrare chiunque in Italia invece è di sinistra, la prescrizione accelerata è di destra, il giustizialismo verso gli avversari è di sinistra“.

Quindi attacca la Idem: ”Gridare Forza Italia alle partite di pallone ha un gusto un po’ di destra, ma portare una canoista al governo, un po’ tedesca, è da scemi più che di sinistra“.

Immediate le reazioni alla parafrasi gaberiana. Il vicepresidente di deputati Baldelli si esprime dicendo: “Inquietante analfabetismo democratico, arrogante e offensivo verso partiti ed elettori”. La Idem non si espire, mentre per il Pd parla il senatore Marcucci, presidente della commissione cultura: «Gli insulti del comico tentano di nascondere il pauroso vuoto politico del suo movimento». Forse inaspettatamente le critiche arrivano anche da Maroni che su Twitter scrive “Idem e Rossi rappresentano lo sport dei valori, Grillo ormai è da TSO”.