Sono 110 le persone bloccate – ad oltre 3 mila metri di quota – nella cabinovia panoramica del Monte Bianco a causa di un guasto improvviso. La linea, infatti, collega la stazione dell’Aiguille du Midi in Francia, a 3842 metri, con quella italiana di punta Helbronner passando nella “Vallée Blanche”. Stando alle prime informazioni trapelate, il guasto sarebbe dovuto all’incrocio di alcuni cavi che si sarebbero spostati per il forte vento degli ultimi giorni: i tecnici, intanto, non sono riusciti a sistemare il guasto.

Monte Bianco, 20 persone tratte in salvo

Al momento sono state tratte in salvo oltre 20 persone su 110, di nazionalità italiana, americana e francese. I soccorritori, nonostante le difficili condizioni in cui stanno operando al Monte Bianco, hanno fatto sapere di voler “portare via tutti prima che cali la notte” ma la buona riuscita dell’operazione dipenderà dal vento e dalle condizioni meteorologiche. I salvataggi, infatti, sono stati effettuati con gli elicotteri della gendarmeria di Chamonix ma sono intervenuti anche i soccorritori italiani e svizzeri. Quelli francesi, ad esempio, “stanno portando con gli elicotteri le persone in territorio italiano” mentre è stato chiesto l’intervento del soccorso alpino valdostano.

Monte Bianco, il racconto dei passeggeri

“Eravamo io, mia figlia e mio genero. Siamo rimasti due ore e mezza bloccati nella cabina sotto il sole. Eravamo appena partiti dalla stazione di punta Helbronner quando si è bloccato tutto” ha raccontato uno dei passeggeri già messo in salvo dal soccorso alpino.