Hannes Roether is a libertine”.

Queste le parole che introducono il designer di origini tedesche nella sua biografia.

E da loro si deve partire per tirare le fila della sua spring summer 2013.

Una collezione semplice e complessa allo stesso tempo, dove il cotone fa da padrone.

Siamo lontani dal minimalismo senza per questo arrivare a sfiorare l’eccesso: è difficile spiegare una linea che si muove dentro confini così distanti.

Il mood che si respira è la femminilità, a volte quasi eterea e sognante, arricchita da tocchi alla garçonne: blazer e cappelli completano infatti diversi look, togliendo così ogni forma di leziosità.

Anche per le nuances il discorso si fa complicato.

Una palette cromatica ampia, dove difficile è trovare il filo conduttore: si passa dalla purezza del bianco alla seriosità del nero, passando per il sabbia e il terra di siena senza dimenticare il celeste.

A complicare ulteriormente il tutto si aggiungono le fantasie, che compaiono di tanto in tanto accostandosi tra loro o avvicinandosi a tonalità piatte.

Basta però guardare le immagini della ss 2013 per comprendere che in realtà Hannes Roether crea capi semplici, capaci di unirsi tra loro per trovare un perfetto equilibrio di gusto.

Una collezione che racchiude diversi mondi, diverse sfumature, diverse donne.

Ed è per questo che indossandola è impossibile non ritrovarsi.