In Germania sta per essere pubblicato un interessante documento, contenuto all’interno di un libro intitolato Quaderni neri e curato da Peter Trawn. Il documento in questione riguarda uno scritto del filosofo tedesco Martin Heidegger e proverebbe che all’interno della sua filosofia vi fossero pensieri di stampo nazista.

Già in passato Heidegger era stato accusato di aver in qualche modo taciuto sulla Shoah e lsulo sterminio degli Ebrei: oggi, stando a quanto dovrebbe essere contenuto in questo documento, la prova di quanto affermato dovrebbe dare qualche certezza. Nel documento, scritto fra il 1945 e il 1946, Heidegger accuserebbe gli Ebrei di essersi autoannientati. Sarebbe proprio quest’ultima la parola chiave che aggiungerebbe finalmente il tassello mancante al pensiero del filosofo tedesco, per anni controverso in merito a questo punto.

Il documento di Heidegger fa parte di una serie di scritti prodotti fra il 1942 e il 1948: fra tutti quelli ritrovati mancava all’appello proprio il quaderno dell’anno 1945/1946 che è stato recentemente ritrovato e che apparirà proprio nel libro Quaderni neri. Il documento apre una prospettiva assai inedita sul pensiero di Heidegger poiché, almeno fino a questo momento, in merito alla Shoah si era sempre parlato di silenzio di Heidegger e di assenza di una sua presa di posizione.