Arrivano immagini incredibili dall’Hotel Rigopiano, la struttura alberghiera nella quale sono rimaste intrappolate circa una trentina di persone dopo la slavina che ha sommerso l’edificio.

I vigili del fuoco sono riusciti a recuperare otto superstiti, seguendo la scia da un filo di fumo acceso dal gruppetto per scaldarsi, dopo che si erano rifugiati in un vano cucina, come racconta uno dei soccorritori.

Tra questi anche la piccola Ludovica Parete, 5 anni, un altro bambino, e la madre Adriana, congiunti del cuoco Giampiero, tra i primi a essere salvati e colui che è riuscito a lanciare l’allarme contattando il suo datore di lavoro, che ha poi allertato le autorità. Sono proprio loro i protagonisti del commovente video pubblicato dai vigili del fuoco.

I superstiti sono già stati trasportati in elicottero presso la base aerea di Pescara: sei tra loro sono stati portati all’ospedale locale, mentre gli altri due all’Aquila.

A facilitare le operazioni il miglioramento delle condizioni climatiche, per quanto il rischio di nuove valanghe rimanga grande e si attendano l’arrivo di mezzi che permettano operazioni di scavo più efficaci, visto che gli uomini dei soccorsi si stanno facendo strada nella neve solo con l’ausilio di piccole pale e le loro mani. Al momento le persone ancora disperse risultano essere 22.