Sono stati ribattezzati “Ebola Fighters”, i combattenti contro Ebola, per il coraggio e la dedizione con cui hanno affrontato il virus nelle zone più a rischio dell’Africa. E ora il Time li elegge persone dell’anno, nella tradizionale lista delle personalità di spicco che hanno caratterizzato questo 2014 ormai al termine. Sono medici, infermieri, ricercatori che ogni giorno hanno rischiato la loro vita nel tentativo di bloccare l’epidemia.

L’ondata di Ebola in Africa è di certo uno dei drammi degli ultimi mesi, un problema che non ha trovato ancora completa risoluzione. Dall’inizio dell’epidemia la scorsa estate, sono oltre 6.000 i decessi tra Guinea, Sierra Leona, Liberia e Nigeria. E sebbene la situazione stia lentamente migliorando, lavorare in queste zone significa spesso scontrarsi non solo con la carenza di attrezzature di contenimento idonee, ma anche con credenze popolari e tradizioni che rendono difficile l’isolamento dei malati. Un virus aggressivo che non ha risparmiato nemmeno gli stessi operatori sul campo e che, da mesi, sta facendo tremare l’intero globo.

«Hanno rischiato, perseverato, si sono sacrificati ed hanno salvato vite umane», questa la motivazione addotta del Time. Sono tanti, dalle organizzazioni internazionali come Medici Senza Frontiere ed Emergency, passando per quei casi saliti agli onori della cronaca che la rivista ha voluto ricordare. Primo fra tutti Kent Brantly, il giovane medico statunitense contagiato e fortunatamente guarito dall’infezione, grazie anche a delle cure sperimentali.

Il virus Ebola è stato isolato per la prima volta nel 1976 e, da allora, ha più volte investito il continente africano con dei focolai ripetuti. L’infezione si sviluppa in tempi molto rapidi e porta a conseguenze emorragiche gravi per il paziente, tanto da determinare la morte di gran parte dei contagiati. Si trasmette dal contatto diretto con i fluidi corporei e, nonostante la gravità, può essere ben contenuto con l’isolamento e la quarantena dei malati.

Fonte: Time

Immagine: Scientist with protective hazmat suit inside a High Tech Lab via Shutterstock