Il gruppo indie rock The Vaccines non ha espresso grande apprezzamento nei confronti di una delle cantanti più amate del mondo: Rihanna.

Sembrerebbe infatti che la band abbia qualche dubbio nel definirla un’artista, “Rihanna isn’t an artist – she has 15 writers, 15 songwriters and 15 producers all fighting for space on her albums and she’s the face of it”, ovvero “Rihanna non è un’artista – ha 15 autori, 15 compositori e 15 produttori che fanno a gara per ottenere visibilità sui suoi album e lei è solo la faccio di tutto questp”.

Queste sono le parole di Freddie Cowan, chitarrista della band, e, in effetti, risulta difficile dargli torto o biasimarlo, d’altronde far parte di un gruppo significa anche comporre musica, mentre spesso i solisti, soprattutto pop, sono sostenuti da altri artisti che fungono per loro da band.

Parole dure anche nei confronti dei Coldplay che, guarda caso, hanno pubblicato un singolo di successo proprio con Rihanna, ‘Princess of China’.

“I’ve never heard that song, but it’s Coldplay – they’ll do whatever they can to be the biggest band on earth, to be bigger than U2. They do it really well and they’ve never put out a bad album so hats off to them. I have nothing against those collaborations because I don’t feel you can judge people, but I don’t think I’ll ever be involved in something like that” ovvero “Non ho mai sentito quella canzone, ma sono i Coldplay – farebbero qualsiasi cosa per diventare la band più importante del mondo, più importante degli U2. E lavorano bene, non hanno mai pubblicato un brutto album, quindi tanto di cappello. Non ho niente contro queste collaborazioni e non voglio giudicare nessuno, ma non penso che farei mai una cosa simile”.