L’Ice Bucket Challenge, la doccia gelata in favore della ricerca sulla Sla, ha la sua prima vittima. Si tratta di Cameron Lancaster, ragazzo scozzese di 18 anni, che sarebbe annegato in una cava a Fife. L’incidente è avvenuto domenica sera e le autorità ipotizzano che il 18enne abbia preso parte all’Ibc prima di entrare in acqua.

I soccorritori hanno ritrovato il corpo dopo quattro ore di ricerche. La testimone oculare, Wilma Sutherland, ha detto a The Independent: “Ho chiesto a mio figlio di 15 anni se avesse sentito qualcosa e mi ha detto che un ragazzo aveva preso parte alla sfida del ghiaccio ed è saltato in acqua senza più uscirne”.

Tra mite la polizia scozzese, la famiglia Lancaster ha fatto sapere: “Nel corso della sua breve vita, Cameron ha toccato il cuore di molta gente grazie alla sua amichevolezza, gentilezza e generosità d’animo. Ci mancherà tantissimo”.

L’Ice Bucket Challenge ha già coinvolto migliaia di persone e vip in tutto il mondo. Nel Regno Unito sono state raccolte 250 mila sterline a favore della Uk Motor Neurone Disease Association. Negli Stati Uniti, un’associazione analoga di donazioni ne ha raccolte moltissime: 62,5 milioni di dollari.