Per domani 30 settembre è previsto un fenomeno astronomico affascinante che, però, desta preoccupazione a molti cospirazionisti. Si tratta della cosiddetta ‘Luna Nera‘, chiamata così in quanto il lato illuminato della Luna finirà nel cono d’ombra della Terra, per cui risulterà quasi invisibile nel cielo notturno.

In verità un fenomeno del genere non è rarissimo ma avviene ogni trentadue mesi però in questo caso, data la presenza di altre attività celesti, per molti potrebbe essere un segno funesto tanto da annunciare la fine del mondo. I teorici della cospirazione hanno, infatti, ricordato l’eclissi di sole ad anello avvenuta il primo giorno di settembre, in cui la luna si è trovata in linea con la Terra e il Sole. Questi due eventi astronomici sarebbero collegati, seguendo ciò che si legge nel vangelo di Matteo, capitolo 24:29 :

“Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate”.

I cospirazionisti sono, quindi, convinti che la prima parte della profezia si sia avverata con l’eclissi solare, mentre l’ultima riguarda la ‘Luna Nera’. Da quel momento in poi non avremo più scampo, così come afferma un teorico su Facebook:

“Quei segni ci stanno comunicando l’imminente arrivo di Dio. Ci stiamo avvicinando alla fine del nostro mondo e la fine della vita sulla Terra per ogni essere umano. Ogni giorno, dobbiamo avvicinarci al nostro Salvatore Gesù Cristo. Nessuno potrà sfuggire a quello che sta arrivando sulla Terra”.

Questa teoria catastrofica, ovviamente, non è attendibile dal punto di vista scientifico: il fenomeno non è preoccupante e sarà visibile principalmente nel Nord e Sud America, ma anche nelle parti più occidentali dell’Europa.