Molto spesso, se il tempo lo permette, in occasione di matrimoni o ricevimenti importanti il ristorante prescelto organizza con cura dei buffet all’aperto pieni di leccornie di ogni tipo. Il cibo esposto può, però, attirare mosche, api e zanzare quindi bisogna essere molto attenti al luogo scelto per organizzare la tavola imbandita affinchè siano assicurate le giuste condizioni igieniche.

Sembra, invece, che un cameriere di un rinomato ristorante nella zona di Otranto, in provincia di Lecce, ritrovatosi in una situazione del genere non si sia fatto scrupoli a spruzzare sul cibo dell’insetticida. Convinto che non fosse osservato da nessuno, il dipendente che lavorava al ricevimento nuziale ha cosparso di veleno per insetti tutto il buffet, sicuro che gli ospiti non avrebbero mai scoperto il suo misfatto. Qualche invitato ha, invece, assistito a tutta la scena assurda e non ha perso tempo ad immortalarla con il proprio smartphone. Un comportamento inammissibile tanto da essere denunciato allo “Sportello dei Diritti” di Lecce, l’associazione nazionale che tutela i diritti dei cittadini. Il vapore emesso dalla bomboletta è, infatti, finito inevitabilmente sul cibo offerto durante il pranzo e Giovanni D’Agata, presidente dell’Associazione, ha condannato il gesto del cameriere:

“C’è poco da commentare perché le foto che ci sono state trasmesse la dicono tutta sulla scarsa sensibilità per la salute dei clienti che s’incontra troppo spesso e che forse solo una pubblicità negativa potrà scoraggiare; sperando che non ci siano più occasioni del genere, ma è più lecito dubitarne, per indicare gli esercizi ed i nomi dei responsabili”.