Salvatore Soldini torna a raccontare l’Italia con la sua terza commedia, dopo ‘Pane e Tulipani’ e ‘Agata e la tempesta’.

‘Il comandante e la cicogna’ è il titolo di questo nuovo film che parla dell’Italia degli ultimi 20 anni e vede come protagonista Valerio Mastrandrea che interpreta il ruolo dell’idraulico con due figli piccoli e vedono.

Sua moglie è Claudia Gerini, che gli appare tutte le notti.

Altri interpreti del film sono Alba Rohrwacher, nei panni di un’artista eccentrica, Giuseppe Battiston, affittuario, e Luca Zingaretti, nei panni di un avvocato poco corretto.

Nel film il protagonista dialoga nche con tre statue, quelle di Garibaldi, Verdi e Leopardi che prendono le voci di Pierfrancesco Favino, Gigio Alberti e Neri Marcorè.

‘La cicogna e il comandante’ è stato girato a Torino, città in grado di rappresentare il volto dell’Italia contemporanea.

A proposito di questa scelta, Zingaretti dichiara “tra tenerezza, commozione e amarezza, mi piace che il degrado del nostro Paese negli ultimi 20 anni sia raccontato così”.

Quanto al suo ruolo Mastrandrea ammette “fare un napoletano era il mio sogno nel cassetto, e qui ci sono tutti i dialetti per rappresentare simbolicamente l’Italia”.