L’incendio divampato lunedì a Peschici, sul Gargano, non smette di avanzare. Le fiamme hanno già divorato decine di ettari di bosco e le raffiche di vento non hanno reso facile l’intervento da parte dei vigili del fuoco, che sono ancora all’opera per domare il fuoco.

Disguidi a livello di viabilità: chiuso il tratto sulla statale 89 già dalla notte scorsa in località Mandrione, a Foggia. Le vetture vengono dirottate su strade secondarie. Il personale dell’Anas è sul posto per cercare di ripristinare l’ordinaria circolazione nel più breve tempo possibile.

“I dati precisi li conosce la Forestale, ma tra le zone di San Vito, Castellammare e Custonaci siamo a circa tremila ettari inceneriti, spiega il sindaco di San Vito Lo Capo. A fare da eco anche il primo cittadino di Castellamare del Golfo Nicolò Coppola: “Tre incendi in venti giorni, un rogo ogni dieci. Tra sabato e domenica l’ennesima profonda ferita causata dall’incendio che ha gravemente danneggiato la riserva naturale dello Zingaro, nostro inestimabile patrimonio naturale, purtroppo non colpito per la prima volta”.