Scritto nel 1951 da J.D. Salinger, Il giovane Holden (titolo originale The catcher in the rye) è un grande classico novecentesco della letteratura giovanile. Tra i temi affrontati da Salinger, oggi considerato uno dei più importanti autori americani del ventesimo secolo, troviamo infatti la solitudine, il cinismo, l’ipocrisia e la difficoltà di affrontare il mondo, che riconducono l’opera al filone del “romanzo di formazione”, ovvero quel genere letterario incentrato sull’evoluzione del protagonista nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

Tradotto per la prima volta in italiano nel 1961, grazie alle tematiche trattate, il libro può inoltre essere definito un “long-seller”, in quanto, nonostante il passare degli anni, continua a far registrare buone vendite.Protagonista del romanzo è Holden Caulfield, un 16enne americano proveniente da una famiglia benestante. Ambientate in una ipotetica cittadina della Pennsylvania, Agerstown, le vicende sono narrate in prima persona e si sviluppano con ogni probabilità nelle settimane precedenti al Natale del 1949, dal momento in cui il giovane viene espulso dall’Istituto Pencey, decidendo di tornare a New York prima del tempo, fino al lunedì successivo, quando Holden si reca allo zoo con la sorella.

Un solo ed unico week end dunque, ma ciò che riempie le oltre 200 pagine del romanzo, sono in realtà i pensieri di Caufield, la sua insofferenza verso le ipocrisie e il conformismo e quell’aria perennemente scocciata. Cosa sia stato a rendere così nero l’umore del ragazzo non è dato sapersi e proprio qui, con tutta probabilità, si trova il segreto del successo del romanzo: intere generazioni hanno potuto leggere nella rabbia del giovane Holden la propria rabbia, facendo del protagonista un “exemplum vitae”. L’inquietudine adolescenziale è il nucleo portante del libro e l’elemento che ha fatto del capolavoro di Salinger non solo un classico della letteratura americana, ma anche un libro generazionale, in cui gli adolescenti di tutto il mondo possono specchiarsi. Uno di quei libri da leggere assolutamente almeno una volta nella vita.