Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ad un decreto che propone, fra le altre cose, uno stanziamento di duecento milioni di euro per Roma e per il Giubileo che si svolgerà il prossimo mese di dicembre nella Capitale. Oltre a questa iniziativa, il CdM ha approvato anche un ddl organico per contrastare il caporalato e il lavoro nero nel mondo dell’agricoltura e fondi destinati alla terra dei fuochi. Renzi ha presentato tutte le dodici novità introdotte dal decreto nel corso di una conferenza stampa in cui, come al solito, le battute non si sono fatte attendere. Il Premier ha esordito: “Oggi vi illustro 12 buone notizie attese da molto tempo. Potremmo lanciare l’hashtag #happydays“.

La misura più evidente riguarda proprio Roma e il Giubileo. Presentando il decreto, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha spiegato: “Saranno 200 milioni i milioni per Roma e il Giubileo. Metteremo a disposizione di Gabrielli e Tronca tutte le risorse e le persone necessarie”.

Le risorse messe a disposizione per la Terra dei fuochi e per tutte le iniziative previste per il dopo Expo si aggirano attorno ai centocinquanta milioni di euro (centocinquanta milioni per la Terra dei fuochi e altrettanti per il dopo Expo a Milano). Nel caso della Terra dei fuochi (localizzata nella Regione Campania), la somma servirà anche per eliminare in modo serio e rigoroso le eco-balle, servendosi dell’aiuto dell’Anac, ossia dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Il decreto ha stanziato anche cinquanta milioni di euro per l’area di Bagnoli che arriveranno entro il 2015 e a cui faranno seguito altri venticinque milioni per la manutenzione degli alloggi popolari e cento milioni per la realizzazione di impianti sportivi in periferia. Come ha spiegato Renzi, a proposito degli alloggi popolari: “Si tratta di almeno 16mila alloggi, che magari hanno piccoli problemi e non possono essere assegnati“.