Causa cessione di Ibra e Thiago Silva il Milan rimborsa gli abbonamenti

Il Milan tramite una nota ufficiale sul proprio sito ha deciso di rimborsare gli abbonamenti, la notizia è stato ben accolta dai propri tifosi e dal Codacons.
Poprio il Codacons aveva già pronta un class action contro la società rossonera a causa della pubblicità ritenuta ingannevole per la campagnia abbonamento, nei cartelloni che campeggiavano per la città erano raffigurati oltre a Boateng, il capitano Ambrosini e Nocerino anche Ibrahimovic e Thiago Silva poi ceduti al Paris Saint Germain, da cui la decisione di rimborsare gli abbonamenti.
Adriano Galliani ha dichiarato che a breve sul sito ufficiale verrano resi noti i modi e i tempi per il rimborso, intanto il presidente del Codacons ha dichiarato: “Non si tratta di due nomi qualunque, ma di giocatori che possono aver influito sulla scelta del consumatore. È evidente che se un tifoso fa un abbonamento allo stadio per vedere le stelle della sua squadra e poi queste stelle vengono vendute, ha tutto il diritto di farsi ridare i soldi indietro. È una grande vittoria della nostra associazione e dei tifosi di calcio. Il Milan dimostra attenzione nei confronti dei consumatori e attesta la bontà della tesi del Codacons, ossia che se un tifoso fa un abbonamento allo stadio per vedere le stelle della sua squadra e poi queste stelle vengono vendute, ha tutto il diritto di farsi ridare i soldi indietro. Questa tesi, a suo tempo, l’avevamo avanzata anche nei confronti dell’Inter ma da parte di Moratti non ci fu analoga sensibilità”