Il 4 luglio si terrà la presentazione del piano regolatore del Porto di Genova da parte dell’Autorità Portuale della Città.

Nell’attesa di capire cosa questo piano potrà prevedere, il Comandante della Capitaneria di Porti di Genova, Felicio Angrisano, si augura che “il Piano regolatore del Porto di Genova permettera’ di risolvere problemi quotidiani provocati dalla corsa sempre crescente al gigantismo navale e dalle infrastrutture portuali che sono puntualmente programmate ma scontano i tempi lunghi della burocrazia”.

Quello di Genova è infatti un grosso e stretto porto che, soprattutto in questi ultimi anni, è riuscito ad accogliere sempre più navi di grosse dimensione che adesso devono però essere gestite in maniera più efficace per esempio “adottando tutte quelle misure che abbattono il livello di rischio che è proprio della manovra delle navi ma serve un sistema integrato” spiega Angrisano.

Insomma cosa contenga ancora non si sa, ci si augura, come conferma Angrisano, che sia in grado di “mantenere la competitività, la sicurezza e l’affidabilità che contraddistingue il porto” di Genova.