Una sentenza durissima ha fatto sciogliere l’imputato in un pianto ininterrotto, facendolo apparire come un bambino impaurito. Il protagonista della vicenda giudiziaria che ha lasciato senza parole i presenti è Daniel Holtzclaw, un ex poliziotto di Oklahoma City, negli Stati Uniti.

Dopo quarantacinque ore di consiglio l’uomo è stato ritenuto colpevole per diciotto dei trentasei capi d’accusa che gli erano stati imputati, tra cui stupro, violenza sessuale e sodomia forzata. Secondo la corte l’uomo avrebbe abusato di tredici donne, quasi tutte afroamericane e residenti nell’area dove prestava servizio. Le vittime avevano qualsiasi età, tanto che in esse è inclusa sia una giovane ragazza di diciassette anni che una signora di cinquanta. Una violenza ingiustificabile che gli è costata una condanna pesantissima, pari a 263 anni di carcere. Il video della lettura della sentenza, pubblicato sul web, adesso sta facendo il giro del mondo destando l’attenzione di migliaia di internauti stupiti dalla reazione del condannato. La sentenza è stata emanata nel giorno del ventinovesimo compleanno dell’imputato che, durante la lettura del verdetto finale, non ha saputo trattenere la disperazione, scoppiando in un pianto ininterrotto e sofferto, simile a quello di un bambino.