Arriva da una spiaggia del Brasile la storia che sta facendo commuovere il web. Un pinguino di Magellano, ogni anno percorre a nuoto circa 8 mila chilometri per andare a trovare l’uomo che gli ha salvato la vita.

Si tratta di Joao Pereira de Souza di 71 anni, muratore in pensione, oggi pescatore in un villaggio vicino a Rio de Janeiro. Nel 2011, l’uomo ha trovato il pinguino in mezzo a delle rocce di una spiaggia locale, interamente ricoperto di catrame e in fin di vita. Il pescatore lo ha preso con se, lo ha ripulito dal petrolio e lo ha accudito per una settimana fino a quando non lo ha cercato di liberarlo ma il pennuto non voleva saperne: “È rimasto con me per 11 mesi e poi, subito dopo aver cambiato il piumaggio con le nuove penne, è scomparso” ha raccontato l’uomo.

Ma qualche mese dopo, il pennuto è tornato dal suo salvatore. Nel corso degli ultimi anni pare che Dindim, questo il nome del pinguino, trascorra otto mesi all’anno con Joao e il restante tempo nelle coste di Argentina e Cile.

“Io amo il pinguino come se fosse mio figlio e credo che anche lui mi ami” ha dichiarato Joao a Globo TV. “A nessun altro è permesso di toccarlo. Lui becca chiunque ci provi, mentre a me permette di tenerlo in grembo e dargli da mangiare”.