Dodicimila euro di risarcimento ai vicini per averli “molestati” e disturbati durante le notti di passione che aveva con la sua compagna in camera da letto. E’ questa la singolare motivazione del risarcimento che riporta “La Provincia Pavese”.

L’uomo di 34 anni è stato trascinato così in Tribunale dai vicini che la notte non riuscivano a dormire, con tanto di registrazioni audio depositate come prove.

Nella sentenza di primo grado il Giudice aveva condannato i due: la donna aveva patteggiato pagando una sanzione di 170 euro ma l’uomo aveva deciso di fare ricorso in appello per la condanna ricevuta di 4 mesii di carcere e 6 mila euro di danni.

La Corte d’Appello ha così deliberato una pena ridotta ma una sanzione salatissima 9 mila euro più 3 mila di spese processuali. Anche la passione tra le proprie mura di casa costa cara.