Tutto è cominciato qualche settimana fa, quando il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha deciso di non prendere parte alla festa nazionale del Movimento Cinque Stelle a Palermo: “I vertici del Movimento hanno negato alla mia città, ai suoi consiglieri comunali e agli attivisti la possibilità di installare il gazebo informativo, al contrario di quanto avvenuto nelle edizioni precedenti. Il gazebo non è soltanto un tendone a quattro aste ma rappresenta e simboleggia l’esistenza del Movimento nei vari territori” aveva scritto su Facebook Pizzarotti. Che poi ha precisato: “Molti di quelli che erano con noi oggi si sono arresi mentre per altri i giochi di potere hanno sostituito i rapporti umani di un tempo”.

Federico Pizzarotti verso l’addio al M5s

Intanto, secondo i beninformati, il sindaco Pizzarotti potrebbe lasciare, già lunedì prossimo, il Movimento Cinque Stelle. Manca la conferma ufficiale ma a breve il primo cittadino di Parma potrebbe convocare una conferenza stampa per dire addio al Movimento guidato da Beppe Grillo. “Dall’uno vale uno siamo arrivati al passaggio dinastico tra padre e figlio; dalla democrazia orizzontale al capo politico; da regole condivise da tutti a un pacchetto di regole calate dall’alto, ad personam contro i non allineati e senza rispettare nessuna procedura di discussione e approvazione. Aspetto invano da 140 giorni una risposta a cinque paginette di controdeduzioni, relative ad una sospensione che non esiste in nessun regolamento, nonostante la mia indagine sia stata già ampiamente archiviata dalla magistratura” ha scritto su Facebook Federico Pizzarotti.

Federico Pizzarotti rompe col M5s

E ancora: “I vertici del Movimento Cinque Stelle hanno mancato di rispetto i parmigiani. A nessuno è permesso prendere in giro i miei concittadini. I vertici del Movimento hanno dimostrato di non sapersi approcciare alla responsabilità. Ho parlato con la mia maggioranza e con gli attivisti di Parma. Siamo tutti compatti e lunedì alle 10:30, pubblicamente, scioglieremo le riserve sui nostri passi futuri”.