Dopo dieci anni dalla strage di Erba, si torna a parlare dei coniugi Olindo e Rosa i quali continuano a professare la propria innocenza nonostante la condanna all’ergastolo sia in primo che in secondo grado. Il loro sogno, adesso, è quello di ottenere dal Tribunale di sorveglianza almeno un permesso premio per poter uscire fuori dal penitenziario e passare insieme, da soli, un paio di ore. “Continuo a vedere Rosa tre volte al mese e questa è la cosa più importante. Spero che prima o poi io e Rosa possiamo avere i permessi premio così da vederci tranquillamente” ha scritto in una lettera che verrà pubblicata, in esclusiva, sul settimanale “Oggi”.

Olindo e Rosa si vedono tre volte al mese

Il sogno di Olindo e Rosa, dunque, è quello di uscire fuori dal penitenziario per “andare in camper a mangiare una pizza sul lago” scrive Olindo Romano nella lettera indirizzata ad “Oggi”: “Vorremo vederci tranquillamente e in santa pace come facevamo prima”. L’uomo ricorda ancora i giorni prima dell’arresto e, dunque, della strage di Erba: “Fino a sera è stato un giorno normale. Lavoro, casa, Rosa.. E’ da dieci anni che dura quest’incubo” ha concluso sperando, adesso, in una revisione del processo visto che entrambi si continuano a professare innocenti.