La Gendarmeria vaticana ha deciso di allontanare tutti i clochard che si accampavano a Piazza San Pietro: lo hanno fatto per una questione di decoro pubblico ma il provvedimento è destinato a suscitare polemiche. In realtà i senza tetto potranno continuare a dormire sotto i portici ma solo di notte: non di giorno quando non sarà più consentito loro sdraiarsi in una Piazza San Pietro sempre gremita di turisti e fedeli.

Gli agenti in servizio a Borgo Pio raccontano che, di notte, si scatenerebbero diverse risse tra clochard: dunque, per motivi di decoro, si è reso necessario l’intervento della Gendarmeria. Intanto i giardinieri e gli addetti alle pulizie sono scesi in strada con la spazzatrice per ripulire la piazza e anche il colonnato dove, in alcuni casi, sono stati sorpresi senza tetto ad urinare. Una situazione che la Santa Sede non poteva più tollerare, nonostante la grande apertura mostrata da Papa Francesco.

Impossibile dimenticare la decisione del Papa di predisporre per i clochard servizi di bagni, docce, un dormitorio e i pasti la sera. Negli ultimi mesi, tra l’altro, è stato scoperto che alcuni senza tetto sarebbero stati costretti a pagare una sorta di “pizzo” per l’accesso alle docce. Grazie ad un presidio fisso della Gendarmeria vaticana, quest’estorsione – al momento – è cessata. Un vero e proprio sopruso ai danni dei più deboli.