Stefano, vorrei dire tante cose ma non riesco a dirne nemmeno mezza. Vorrei essere felice per il risultato raggiunto ma come si fa ad essere felici? Volevo la verità. La ho, come ti avevo promesso. Avrei voluto proteggerti. Avrei voluto essere lì a fermarli, mentre loro si divertivano. Ora ho solo voglia di piangere“. Sono queste le parole con cui Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, apre il triste e sincero messaggio indirizzato al fratello deceduto il 22 ottobre 2009 durante la custodia cautelare.

Il post pubblicato sui social network arriva poche ore dopo la notizia della richiesta da parte della Procura di Roma di incidente probatorio per ottenere dal gip una nuova perizia medico-legale sulle lesioni patite da Stefano Cucchi durante la sua breve detenzione prima del processo per direttissima. Come scrive la procura di Roma, infatti, ”Nella notte tra il 15 ed il 16 ottobre 2009 Stefano Cucchi fu sottoposto ad un violentissimo pestaggio da parte di Carabinieri appartenenti al comando stazione di Roma Appia”.

Tanti anche i messaggi di conforto e sostegno da parte dei contatti di Ilaria Cucchi su Facebook: “Ilaria la grandezza della tua lotta è che va oltre la storia di Stefano ma abbraccia tante storie che sono uscite fuori anche grazie al tuo coraggio e a quello della tua famiglia…tutti noi dobbiamo ringraziarti per quello che hai fatto…e che continui a fare” e ancora “Sei una gran donna..Stefano è fiero di te!”.