Si è conclusa a lieto fine la vicenda che ha visto coinvolta l’imprenditrice romana Maria Stella Giorlandino. Scomparsa da mercoledì scorso, la nota proprietaria di laboratori e analisi cliniche Artemisia è stata ritrovata ieri, al santuario di Pompei. Il marito ne aveva denunciato la scomparsa nella giornata di giovedì 26 giugno e per oltre 72 ore si è temuto il peggio per lei. A ritrovarla un agente di polizia fuori servizio, che si era recata proprio al santuario di Pompei.

In un post precedente vi avevamo parlato di come la Giorlandino si fosse dichiarata vittima di atti di stalking, che sarebbero stati compiuti anche dalle istituzioni in relazione alla sua attività di manager della sanità e che avrebbero portato alla chiusura di alcuni dei suoi centri (qui tutti i dettagli della vicenda). E sarebbe stato proprio lo stress causato da questa vicenda ad averla convinta ad allontanarsi, per rifugiarsi in un luogo di spiritualità. La procura di Roma indagherà comunque sulla vicenda, nel tentativo di scoprire se oltre ai motivi strettamente personali dell’allontanamento, vi siano anche aspetti penalmente rilevanti.