Tenta di partire con oltre 700.000 dollari nascosti fra vestiti ed effetti personali in valigia, ma viene bloccato in aeroporto. È successo lo scorso 1 marzo ai terminal del JFK di New York, dove nei bagagli di un uomo diretto in Medio Oriente è stata rinvenuta una grande somma di denaro contante.

Il viaggiatore, un uomo di 48 anni originario dello Yemen, pare volesse imbarcarsi su un volo diretto in Qatar. Nella sua valigia, contanti praticamente nascosti ovunque: fra magliette e pantaloni, in intimo e calzini, nelle scatole del sapone, nelle confezioni dei farmaci e in molti altri posti insoliti. Un piccolo tesoro di 770.000 dollari, forse dovuto alla semplice ingenuità. Stando a quanto raccontato alle autorità, infatti, pare che il quarantottenne volesse portare alla sua famiglia in Yemen i risparmi di una vita, propri e dei fratelli, per costruire una nuova casa e avviare una nuova attività nel paese d’origine.

Così come apparso sulla stampa a stelle e strisce, al momento non vi sarebbero elementi che possano indicare un tentativo palese di traffico illecito di denaro, né attività connesse all’estremismo. L’uomo dovrà comunque presentarsi di fronte alle corti USA la prossima settimana, per spiegare il caso.

Fonte: Telegraph