Un incendio al deposito Ama di Roma, sulla via Salaria, ha fatto scattare l’allarme salute nelle zone di Fidene, Settebagni, Castel Giubileo e Prati Fiscali. Le fiamme avrebbero iniziato a svilupparsi dall’alba di questa mattina ma al momento non sono stati ancora resi noti gli eventuali danni all’impianto. Da quanto si apprende però, vi sono stati danni nella sala macchine, dove si sono verificati dei crolli.

Incendio deposito Ama: l’allarme

L’alta nube di fumo che si è sviluppata in seguito allo scoppio dell’incendio  e l’incendio stesso costringeranno ora i tecnici a dover bonificare l’intera area interessata. In attesa di capire quali rischi possano esservi per la salute, gli operatori hanno consigliato agli abitanti della zona di tenere chiuse le finestre delle proprie abitazioni e di restare il meno possibile all’aria aperta. Gli stessi vigili del fuoco hanno lavorato indossando gli autorespiratori. Per fortuna non si sono registrati feriti, anche se le cause dell’incendio restano al momento sconosciute.

Incendio deposito Ama: le polemiche

L’incendio al deposito Ama di Roma ha contribuito ad infiammare, è proprio il caso di dirlo, ancor di più le polemiche che ormai da tempo investono l’impianto. Riccardo Corbucci, presidente del III Municipio della Capitale, ha ricordato che: “Questo ennesimo grave episodio dimostra come Ama debba fare in fretta e provvedere alla chiusura dell’impianto, troppo vicino ad abitazioni, scuole e luoghi lavoro. La chiusura dovrebbe avvenire entro il 31 dicembre di quest’anno, come già preannunciato dal Sindaco Marino, così da tutelare la salute dei cittadini“.

In seguito all’incendio sono alti i timori che riguardano anche la raccolta dei rifiuti e il suo normale svolgimento. Per il momento, però, non è ancora noto se quanto accaduto possa andare ad incidere negativamente sulla raccolta – tra l’altro già in situazione di emergenza da diverso tempo.

Incendio deposito Ama: il comunicato

Nel frattempo l’Ama ha deciso di diramare un comunicato ufficiale per offrire le prime spiegazioni di quanto accaduto: “Ama comunica che alle ore 6 di martedì mattina un cumulo di rifiuti freschi, prelevati nella notte e che rappresentano una piccola parte del conferimento notturno, ha preso fuoco all’interno dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico (Tmb) di via Salaria. Le misure di allarme e prevenzione hanno funzionato tanto che il pronto intervento del personale Ama con il supporto dei Vigili del Fuoco ha consentito di domarlo in tempi rapidi”.