Come si temeva anche una famiglia italiana è coinvolta nell’incendio di Londra della Grenfell Tower: è infatti delle ultime ora la notizia dell’inserimento dei nomi di Gloria Trevisan e Marco Gottardi fra i dispersi nel terribile rogo. Il bilancio delle vittime si è finora fermato a 12 persone, e molti altri risultano feriti

La coppia di giovani architetti, nella città dallo scorso marzo, vivevano infatti insieme al penultimo piano del grattacielo, il 23esimo.

Il padre di Marco ha spiegato di aver parlato al telefono con il figlio sino agli ultimi istanti, prima che i ragazzi di 27 e 28 anni fossero invasi dal fumo che era entrato nell’appartamento.

La coppia si era conosciuta all’Università di Venezia: lei di San Giorgio delle Pertiche, lui di San Stino, entrambi veneti. I due erano partiti per Londra allo scopo di migliorare il proprio inglese, e qui avevano trovato lavoro in differenti studi di progettazione.

Dopo una serie di chiamate effettuate per tranquillizzare i rispettivi genitori, l’ultima telefonata della coppia risale alle 4 di notte, quando i due hanno dovuto ammettere di trovarsi in una situazione d’emergenza.

Un fratello di Gloria si sta recando a Londra per aiutare chi sta effettuando le ricerche, nella speranza di avere notizie positive. I genitori di Marco ricordano che durante la loro visita lo stabile era apparso in buone condizioni, a differenza delle voci che si stanno rincorrendo in queste ultime ore.