Non c’è pace per i passeggeri in transito all’aeroporto di Fiumicino. Dopo i disagi causati dall’incendio divampato ieri nella pineta di Focene, nei pressi dello scalo aereo, un black-out durato circa 30 minuti questa mattina ha infatti creato ulteriori problemi al Leonardo Da Vinci. Il black-out è stato causato dal surriscaldamento di una centralina.

In particolare il black-out, avvenuto intorno alle 11 e 45, ha causato numerosi problemi ai passeggeri ai check-in e ai gate, mentre i controlli di sicurezza sono riusciti a proseguire regolarmente, così come le operazioni della torre di controllo, dotata dei suoi gruppi di continuità.

I passeggeri sono esasperati per l’ennesimo disagio. Decine di viaggiatori sono infatti bloccati da ieri all’aeroporto dopo la cancellazione di decine di voli. Molti voli hanno accumulato diverse ore di ritardo. A terra sono rimasti turisti italiani, stranieri e viaggiatori diretti per lavoro a Milano Linate, Marsiglia, Cagliari, Amsterdam, Palermo, Napoli, Bologna e Stoccarda. Sono oltre 40 i voli bloccati.

Alcuni passeggeri su Twitter documentano quella che si sta trasformando in una vera e propria odissea, rischiando di rovinare le tanto agognate ferie a molti. C’è infatti chi è bloccato in aeroporto a Fiumicino da oltre 24 ore e non riesce ancora a partire.

Tra gli utenti più inferociti, c’è chi chiede le dimissioni dei vertici dello scalo. A cercare di placare gli animi è il Codacons che ha offerto ai passeggeri assistenza gratuita per ottenere un rimborso adeguato a coprire i disagi:

Migliaia di cittadini in partenza per le vacanze estive non sono riusciti a partire. Il rimborso del biglietto e la riprotezione su altri voli non è sufficiente. Abbiamo deciso di offrire assistenza legale a quei passeggeri che abbiano subito un danno.

Incendio aeroporto di Fiumicino: ENAC convoca vertici Alitalia e Aeroporti di Roma

Inferocita anche l’ENAC che ha convocato d’urgenza i vertici di Aeroporti di Roma e di Alitalia per chiarire le responsabilità dei disagi causati dall’incendio e dal black-out all’aeroporto di Fiumicino.