È di questa mattina l’incendio a Torino che ha rischiato di emulare la terribile sciagura avvenuta a Londra: intorno solo verso le 13 i vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme che hanno avvolto tre piani di un complesso residenziale di via Martiri della Libertà 6, collocato alle spalle della Chiesa della Gran Madre di Dio.

Ancora ignote le cause del rogo, che dovranno essere stabilite da carabinieri e pompieri, attualmente impegnati in un sopralluogo. Al momento sembra che i danni più gravi si registrino ai balconi esterni dei tre piani più alti del palazzo e almeno quattro alloggi sarebbero completamente distrutti.

Secondo una prima ricostruzione l’incendio potrebbe essere partito dal primo piano, tra l’altro anche quello meno coinvolto dal fuoco che ha arso la residenza La Salle, di recente costruzione.

Ancora presto per capire se è possibile prestare fede alle lamentele di alcuni condomini che hanno additato gli impianti di sicurezza a loro dire scadenti e alcuni disguidi in merito alle certificazione energetiche.

Fortunatamente non sono stati registrati feriti e tutti i condomini sono stati evacuati dopo il primo allarme. Inutili i tentativi del custode di spegnere le prime avvisaglie dell’incendio con una pompa da giardino, in quanto la tromba delle scale ha agito come un camino, facendo sì che le fiamme salissero di livello molto velocemente.