Omicidio colposo, questa è l’accusa dei pm della Procura di Ivrea nei confronti dei 39 indagati nell’inchiesta sulle morti per amianto alla Olivetti. Nell’avviso di chiusura indagini fra gli indagati spiccano i nomi di Carlo, Franco e Rodolfo De Benedetti, Carlo Colaninno e Corrado Passera.

Per i pm piemontesi i dirigenti sapevano che nella fabbrica negli anni 70 e 80 si utilizzava un talco tossico con un’altissima concentrazione di tremolite ma nulla hanno fatto per salvaguardare i loro operai. Almeno 18 persone sarebbero morte per malattie causate appunto dall’amianto. Le indagini sono concentrate sui decessi di questi lavoratori avvenuti dopo la pensione, tra il 2008 e i primi mesi di quest’anno.

Carlo De Benedetti è stato amministratore delegato e presidente dell’Olivetti dal 1978 al 1996.

“Carlo De Benedetti ribadisce con forza la propria totale estraneità ai fatti contestati” spiega una nota del portavoce dell’Ingegnere. “De Benedetti – si legge ancora – ha ricevuto oggi, insieme a numerose altre persone, un avviso di conclusione delle indagini nell’ambito dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Ivrea sull’amianto all’Olivetti. Il provvedimento era già stato anticipato nelle scorse settimane da indiscrezioni di stampa”.

Il portavoce di Carlo De Benedetti ha aggiunto: “attende con fiducia le prossime fasi del procedimento, nella convinzione che all’esito di questa complessa indagine svolta dai pubblici ministeri, una volta al vaglio del giudice, possano essere chiariti i singoli ruoli e le specifiche funzioni svolte all’interno del articolato assetto aziendale della Olivetti. Nel ribadire la propria vicinanza alle famiglie degli operai coinvolti – conclude il comunicato – De Benedetti ricorda ancora una volta che, nel periodo della sua permanenza in azienda, l’Olivetti ha sempre prestato attenzione alla salute e alla sicurezza dei lavoratori, con misure adeguate alle normative e alle conoscenze scientifiche dell’epoca”.

L’amianto in Italia è stato vietato nel 1992.

photo credit: Ciccio Pizzettaro via photopin cc