Momenti di panico in quel di Ciampino nella giornata di ieri, 4 giugno, quando un Boeing 737 della Ryanair, parcheggiato in pista senza freni e senza equipaggio e passeggeri a bordo, è finito per 40 metri contro un hangar dei vigili del fuoco. Fortunatamente non risultano feriti, ma solo un ingente danno di 200mila euro per la coda dell’aereo, completamente distruttasi ne violento urto.

Le responsabilità dell’incidente, secondo le prime indagini, ricadrebbero sui tecnici della società incaricati delle operazioni di handling, che avrebbero dimenticato di effettuare una procedura d’obbligo attivando alle ruote i ‘chocks’, freni che mettono in sicurezza gli aerei appena atterrati. Il velivolo si sarebbe così mosso a causa del forte vento presente in quel momento (erano circa le 15 del pomeriggio), proprio come una qualsiasi auto in discesa.

La magistratura, su richiesta della stessa compagnia irlandese, ha aperto un fascicolo.

photo credit: aromano via photopin cc