Terribile incidente aereo a Taipei, la capitale dell’isola di Taiwan, dove alle 10.55 (ora locale) un velivolo della TransAsia Airways è precipitato subito dopo il decollo, finendo nel fiume Keelung.

La dinamica degli istanti precedenti l’impatto con il suolo è stata ripresa da una telecamera di sicurezza montata una vettura che percorreva l’autostrada che sormonta il rivo: l’aereo vira improvvisamente e colpisce un ponte, finendo per inabissarsi nelle acque.

A bordo del volo commerciale della TransAsia Airways ci sarebbero state 58 persone, di cui 31 turisti cinesi. Le attività di recupero sono ancora in corso, ma secondo le prime notizie le vittime dell’incidente sarebbero 13, un numero che potrebbe essere destinato a crescere.

Le cause della disgrazia non sono ancora state accertate, ma secondo il sito specializzato FlightRadar24 i piloti dell’aereo taiwanese avrebbero tentato una manovra per tornare indietro: in tutto il velivolo sarebbe rimasto in volo per meno di tre minuti.

La Cina ha messo a disposizione un numero d’emergenza per tutti i parenti desiderosi di avere notizie dei loro congiunti che si erano imbarcati sul volo.

La scorso luglio la stessa compagnia aerea, la TransAsia, era stata coinvolta in un altro incidente aereo, tra l’altro sempre riguardante il medesimo modello, un ATR 72: nell’incidente, avvenuto durante un tentativo di atterraggio presso l’isola di Penghiu (sempre Taiwan) rimasero uccise 48 persone.

La TransAsia è proprietaria di circa 20 aerei e negli ultimi anni ha visto crescere il proprio giro di affari grazie a prezzi decisamente accessibili. Le rotte principali della compagnia comprendono Taiwan e la Cina, ma si stanno espandendo anche in altre parti del Sud-est asiatico.

Foto: Infophoto