Tragedia in Val di Fiemmel, sul Cermis. Sulle montagne del Trentino, infatti, un bilancio disastroso: sei morti e due feriti gravissimi. Un incidente nella tarda serata di venerdì: un gruppo di persone, che faceva parte di una comitiva che scendeva lungo una pista nera, la ‘Olimpia 2′, chiusa al transito nelle ore notturne, si è ribaltato. Le persone si trovavano a bordo di una motoslitta con rimorchio (foto by InfoPhoto), che probabilmente per l’alta velocità e le condizioni della pista non ha tenuto la strada.

Le vittime sono quattro uomini e due donne, tutte precipitate in un dirupo profondo 100 metri oltre la rete di recinzione. Si tratterebbe di turisti dell’est europeo, russi e polacchi. Le due persone ferite sono invece state trasportate in elicottero a Bolzano, uno all’ospedale di Cavalese, l’altro al S.Chiara di Trento. Il tutto è accaduto a oltre duemila metri d’altitudine e poco dopo le 22. Gli otto turisti si stavano trasferendo dalla località Alberghi a Doss dei Laresi.

La zona montuosa del Trentino non è nuova ad incidenti del genere: già il 2 febbraio del 1998, infatti, ci furono 19 vittime, a causa di un incidente che vide un aereo dei marines finire contro una cabina della funivia. La stessa che, nel 1976, causò addirittura 42 morti per il distacco di una cabina.