Il ragazzo rom di 17 anni che la settimana scorsa ha investito con l’auto un gruppo di persone a Roma, in via Battistini – uccidendo una donna filippina di 44 anni e travolgendo in tutto nove persone – è stato sottoposto all’interrogatorio di garanzia per la conferma dell’arresto. Il ragazzo ha raccontato la sua versione sulla dinamica dell’incidente (di cui inizialmente si era addossato le colpe il padre).

Incidente Roma: il racconto dell’investitore

Davanti al giudice, il ragazzo rom accusato dell’incidente ha dichiarato di non essersi fermato, dopo l’accaduto, perché ha avuto paura. Il giovane ha ammesso di essere stato lui alla guida dell’autoveicolo e che non era in possesso della patente. La paura del ragazzo e si duo fratello, presente con lui, era scaturita dal fatto, come lui stesso ha affermato, di temere per la propria vita.

Incidente Roma: il procedimento giudiziario

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale per i minorenni ha ovviamente convalidato il fermo di entrambi i ragazzi (il presunto investitore e il fratello che era con lui). Nel frattempo però, la procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati anche il padre dei due ragazzi, con l’accusa di concorso in omicidio volontario. Gli investigatori stanno cercando di capire se a bordo dell’auto che ha travolto le nove persone fosse presente anche l’uomo al momento del fatto. Da quanto avrebbe dichiarato il ragazzo rom che sarebbe stato alla guida, sembrerebbe che l’uomo fosse proprio in macchina: il giovane ha infatti dichiarato che presenti con lui, seduti dietro, c’erano sua moglie, suo fratello e il padre.

Incidente Roma: il ruolo del padre

Il padre dei ragazzi, sin da subito, si è autoaccusato di quanto avvenuto. Una versione, la sua, che non ha mai convinto gli inquirenti. Questi ultimi, tuttavia, starebbero indagando anche per capire se sull’auto fossero presenti tre oppure quattro persone. Gli avvocati della ragazza diciassettenne hanno fatto richiesta di scarcerazione nei suoi confronti. Non si esclude che possa tornare libera già dalla prossima settimana.