Ennesima strage sulle strade italiane. Quattro persone hanno perso la vita in un drammatico incidente avvenuto sull’autostrada A20 Palermo-Messina. Le vittime sono l’autista di un autocompattore, Rosario Sucato di 26 anni,  e tre componenti di una famiglia: il padre Guglielmo Di Maggio, 45 anni, che abitava a Patti, la moglie Nunzia Natoli, di 40, e la loro bimba, Anna, 8 anni. L’altro figlio, un bimbo di sei anni, è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato in elisoccorso all’Ospedale dei bambini di Palermo.

L’incidente è avvenuto all’interno della galleria “Battaglia”, tra Castelbuono e Cefalù, al chilometro 166. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, per cause ancora da accertare, l’autista dell’autocompattatore ha perso il controllo del mezzo intorno alle 17 finendo di traverso dentro la galleria e ostruendo la carreggiata del tunnel. Due auto non sono riuscite ad evitare l’impatto e non hanno potuto evitarlo. Nel frattempo sopraggiungevano un pullman che è andato a sbattere a sua volta contro le auto e l’autocompattatore.

Sono intervenuti la Polizia stradale, personale del 118 e i vigili del fuoco, che hanno dovuto estrarre i corpi dalla lamiere. Tra le altre vetture coinvolte si contano due gravi feriti, Amedeo Cattarinich, di 75 anni, e Rosa Insana, di 74, ricoverati all’ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù. Altri passeggeri, tra cui una donna in stato di gravidanza, sono rimasti feriti in modo meno grave.

(foto by InfoPhoto)

LEGGI ANCHE

Cause incidenti stradali: l’analisi in numeri in Italia ed Europa

Incidenti auto Italia: vittime dimezzate ma la strada è ancora lunga

Rc auto: in Italia costano 213 euro in più, pesano tasse e incidenti

Cause incidenti stradali: scopriamo quali sono i 4 tipi di distrazioni

Incidente stradale a Milano: morta donna incinta e figlio di