UPDATE:  L’ultimo bilancio provvisorio del Tribunale regionale della Galizia è di almeno 77 morti e 143 feriti, di cui almeno 15 in gravi condizioni e 5 in coma. Ma sono numeri purtroppo destinati a salire dato che alcune zone del treno non sono ancora state ispezionate in quanto risulta difficile accedervi di difficile accesso.

Tragedia ferroviaria in Spagna: alle 20:42 di questa sera un treno è deragliato nella regione della Galizia, a 4 km da Santiago di Compostela. Il convolgio dell’alta velocità della compagnia statale Renfe ospitava a bordo 218 passeggeri ed è deragliato vicino a Santiago di Compostela. Dal treno, che viaggiava sulla linea Madrid – Ferrol, dieci vetture sono uscite dai binari dopo una lunga curva: alcune si sono capovolte e hanno preso fuoco mentre altre sono finite contro un muro accanto ai binari. Secondo El Pais, un vagone sarebbe volato a 5 metri di altezza. Il macchinista è rimasto illeso.

L’incidente sarebbe avvenuto nei pressi di una curva particolarmente stretta dove, stando alle prime testimonianze raccolte, l’ultimo vagone si sarebbe sollevato dalle rotaie tanto da superare il divisorio tra la strada e la ferrovia. Nell’impatto alcuni vagoni, inoltre, avrebbero preso fuoco a seguito di una violenta esplosione. Sul posto sono immediatamente accorsi i mezzi di soccorso e le forze dell’ordine. Le autorità hanno già avviato un’indagine per far luce sull’accaduto.

Secondo le prime ipotesi a causare l’incidente sarebbe stata l’eccessiva velocità (180 km/h quando il limite era di 80 km/h) in una curva ritenuta dai tecnici «pericolosa». Esclusa l’ipotesi dell’attentato nonostante una donna che abita vicino al luogo del disastro ha raccontato alla radio Cadena Ser di avere sentito un’esplosione poco prima del deragliamento. Dalle prime verifiche fatte dall’Unità di crisi della Farnesina sul treno dovrebbe esserci un italiano. El Mundo parla di un gruppo di nostri connazionali a bordo ma la notizia non trova al momento conferma.

Le prime immagini del disastro.

Il cordoglio di twitter per l’incidente